I cantieri nel Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro

Il Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro, Dlgs. 81/08 e successive modifiche e integrazioni, dedica ampio spazio alla regolamentazione della sicurezza nei cantieri edili, luogo di lavoro caratterizzato dalla possibile presenza di più aziende che operano nello stesso contesto, con grande necessità di salvaguardia della salute dei lavoratori, considerando l’alto tasso di incidenti sul lavoro che ogni anno sono registrati in questo settore.

Le disposizioni normative riguardo i cantieri hanno il compito di:

  • individuare le responsabilità quando sono presenti più aziende nello stesso cantiere;
  • aiutare a trovare elementi di pericolo all’interno del cantiere, che per sua natura è un luogo di lavoro con caratteristiche e rischi particolari;
  • garantire i servizi minimi necessari ai lavoratori, come ad esempio i servizi igienici o gli spogliatoi per gli operai;
  • disciplinare l’uso corretto di tutti i macchinari con i quali lavorano gli operai;
  • imporre ai datori di lavoro di redigere e presentare una serie di documenti che attestino il rispetto della normativa sulla sicurezza;
  • fornire un elenco delle caratteristiche che devono avere i cantieri per garantire delle condizioni di lavoro sicure, come ad esempio la presenza di una corretta illuminazione e le vie di fuga;

Da un punto di vista giuridico, il riferimento ai cantieri nel testo unico sulla sicurezza si ritrovano nel Titolo IV, dove vengono precisate quali sono le misure di sicurezza che devono essere adottate nei cantieri.
È importante sottolineare che al Capo I vengono citati dei documenti importanti che devono essere presentati dal datore di lavoro, quali il fascicolo contenente le caratteristiche dell’opera e l’idoneità, oltre al documento sui contenuti del piano di sicurezza per i cantieri temporanei e mobili.

formazione e consulenza sicurezza in cantiere